1. Crisalidi d'acciaio

"Guardiamoli attentamente, con pensiero e sguardo aperti, sgombri da pregiudizi, gli oggetti sublimati sulla tela da Rosabianca Cinquetti. Sono 'vivi' più di tanti paesaggi ripetitivi e 'scontati', o di alberi, di fiori, e anche di tante figure umane...
È il miracolo eterno della poesia e qui in queste pregevoli opere, la poesia è uno dei requisiti che maggiormente le caratterizzano, insieme con la perizia segnica, la stupefacente resa prospettica degli spazi e dei volumi, la coesione plastica, l'equilibrio e la freschezza dei colori."

J.Pierre Jouvet

"Qui pentole, coperchi e colapasta, nel lucido cromatismo dell'acciaio, diventano il codice narrativo attraverso il quale Rosabianca ricostruisce il personale mondo di affetti e relazioni famigliari, proiettandolo fuori di sé fino ad elevarlo a valore universale. La raffinata qualità tecnico espressiva consente di esasperare la nitidezza delle forme che catalizzano magicamente il mondo circostante, imprigionandolo deformato nelle lucide pareti a specchio, o entrando in relazione con esso in un ossessivo gioco di ombre."

Carmela Perucchetti


Torna all'indice delle opere

Il riposo

Olio su tela
130 x 130 cm

Autoritratto

Olio su tela
180 x 120 cm

Rabbia dolore razionalità

Olio su tela
180 x 120 cm

Poesia

Olio su tela
117 x 170 cm

Geometrie

Olio su tela
120 x 120 cm cad.

Totem 1, Totem 2

Olio su tela
240 x 180 cm cad.

Vortice

Olio su tela
120 x 240 cm

Due

Olio su tela
150 x 100 cm

Specchio domestico

Olio su tela
130 x 130 cm